Gennaro Nunziante per la prima volta senza Checco Zalone: 'Farò un film Disney con Fabio Rovazzi'Gli adorabili vestiti immaginari della piccola Stefani


'Dichiarazione fraudolenta', il pm chiede un anno di carcere per Raoul Bova

Data pubblicazione : 06/07/2017



Un anno di carcere. E´ questa la richiesta che il pm della procura di Roma ha avanzato nei confronti di Raoul Bova. L´attore romano, 45 anni è accusato di "dichiarazione fraudolenta mediatnte artifici".

Nel procedimento è coinvolta anche la la sua ex moglie Chiara Giordano e la sorella Di Bova, Daniela. Per quest´ultima il pm ha chiesto una pena ancor più alta, sedici mesi di carcere.


Raoul Bova / Facebook

Secondo l´accusa, la dichiarazione fraudolenta avrebbe consentito ai tre imputati di trasferire dei costi verso la società Sammarco che gestisce l´immagine dell´attore, ed evadere così le tasse.

L´importo contestato a Bova si aggira intorno ai 700mila euro ed è relativo al periodo fiscale che va dal 2005 al 2011.


Raoul Bova / Facebook

Il rinvio a giudizio di Bova, della ex moglie e della sorella era avvenuto nel giugno del 2015: "Sono sbalordito dalla decisione del giudice" aveva dichiarato in quell´occasione Giuseppe Rossodivita, difensore dell’attore.

"Il collegio dei giudici della libertà, con il presidente Soana che è un esperto di tributi, ha scritto che manca il fumus e non c´è alcun reato" aveva aggiunto "Adesso faremo il processo e lo dimostreremo in aula". La difesa cercherà dunque adesso di smontare l'accusa del pm.




Gli Ultimi Video & Gallery