A Bologna il Progetto culturale di Lucarelli 'Politicamente Scorretto': 'Occhio alle mafie'R.E.M., online il video 'postumo' di 'Blue' con Lindsay Lohan


A rischio l'uscita del controverso film 'E la chiamano estate'

Data pubblicazione : 21/11/2012




Che il fim 'E la Chiamano Estate', premiato recentemente al Festival del cinema di Roma per la migliore regia a Paolo Franchi e per la miglior attrice alla protagonista Isabella Ferrari, si sarebbe portato con sé ancora prima delle uscite in sala uno strascico di polemiche era chiaro, ma che rischiasse addirittura di non poter essere pubblicamente proiettato non era del tutto preventivabile.

E invece sta accadendo che Fiorelisa Calcagno, vedova di Bruno Martino, autore dei brani musicali “Estate” e “E la chiamano estate” utilizzati nel film, ha presentato un ricorso cautelare d’urgenza per bloccare la distribuzione della pellicola che dovrebbe, a questo punto il condizionale è d'obbligo, essere nelle sale a partire da domani.

Come si legge nelle motivazioni “L’interpretazione, le scene a carattere pornografico, la trama scabrosa sincronizzate alle musiche del maestro Martino ledono gravemente il patrimonio culturale e artistico del musicista“. Inoltre la Calcagno sostiene che non le sarebbero stati corrisposti i diritti d’autore per le musiche utilizzate. La donna avrebbe poi ammesso di non aver visto il film, ma di essersi fidata di ciò che le è stato riferito.

"Io sono parte lesa e mi rivarrò coi miei avvocati" ha dichiarato il regista Paolo Franchi "La casa discografica Universal, che detiene i diritti musicali, aveva visto le scene collegate alla canzone del maestro dando il suo benestare. Chiederemo il risarcimento, io, la produzione e la Officine Ubu distribuzione. La vedova avrebbe almeno potuto vedere il film prima di agire. Non c’è nulla di pornografico né volgare nelle scene incriminate, per cui la signora dovrà rispondere di calunnia"




Fonte: Cineblog

Gli Ultimi Video & Gallery