A.A.A. Vendesi PlayboyBenvenuta Greta : Elena Santarelli ha partorito


Addio a Paolo Poli, l'Enfant terrible del teatro italiano

Data pubblicazione : 26/03/2016




Il mondo della cultura italiano è in lutto per la scomparsa di Paolo Poli. L´attore toscano è morto a Roma dove era ricoverato in clinica da circa un mese, in seguito a un ictus. I funerali, la cui data non è ancora stata annunciata, si svolgeranno invece a Firenze, sua città natale.

Poli avrebbe compiuto tra pochi mesi 87 anni. Era infatti nato il 23 maggio del 1929. L´attore è stato uno dei protagonisti del teatro italiano, capace con le sue maschere di canzonare il potere, il perbenismo e la morale di facciata.

Apertamente omosessuale, era stato uno dei primi a fare coming out, in tempi in cui non era affatto semplice essere gay e i pregiudizi nei confronti dell´omosessualità erano molto più forti di adesso.

"Se ne va un simbolo di libertà, un uomo e un artista che ha attraversato il Novecento con spirito libero anche quando l´omosessualità era considerata tabù" ha scritto in un comunicato l´associazione Gay Center "lascia una straordinaria eredità culturale e di vita."

Nonostante per Poli l´elemento naturale fosse il palcoscenico, aveva fatto molto cinema e televisione, anche in coppia con la sorella Lucia, altra grande protagonista del teatro italiano.

"Mi dà noia il matrimonio normale, figuriamoci il resto" aveva detto Poli a proposito delle unioni gay in una recente intervista "Preferisco la gioia che mi ha sempre procurato l’avere gli ormoni un po’ scombinati."

"Comunque per me va bene, facciano come credono" aveva ancora detto, aggiungendo però di non sopportare le storie da romanzo rosa, "In cui tutto finisce bene e cioè nel matrimonio con la marcia nuziale."

Lo ricordiamo con questo video tratto dalla trasmissione televisiva ´Babau´ del 1970, in cui Poli è in compagnia di un altro grande esponente della cultura italiana recentemente scomparso, Umberto Eco:




Gli Ultimi Video & Gallery