Queste modelle sono dei veri palloni gonfiati'Vascononstop Live 2018', Vasco Rossi torna negli stadi la prossima estate


Asia Argento: "Anche io sono stata vittima degli abusi di Harvey Weinstein"





Rivelazione shock di Asia Argento, la quale ha raccontato di essere una delle vittime degli abusi sessuali perpetrati da Harvey Weinstein, importante produttore di Hollywood, co-fondatore delle società di produzione The Weinstein Company e Miramax.

La Argento ha raccontato al giornalista del New Yorker Ronan Farrow quello che ha definito ´un incubo´. I fatti sarebbero avvenuti quando lei aveva 21 anni e doveva interpretare una parte nel film ´B. Monkey - Una donna da salvare´ di Michael Radford, uscito negli Usa nel 1999 e distribuito da Miramax.


Asia Argento / Instagram

"In una serie di interviste lunghe e spesso con voce rotta dall´emozione, la Argento mi ha detto che Weinstein l´ha aggredita mentre lavoravano insieme", ha scritto il giornalista del New Yorker nel suo articolo.

L´attrice italiana ha poi spiegato che nel 1997 venne invitata in Costa Azzurra all´Hôtel du Cap-Eden-Roc, dove le era stato detto che ci sarebbe stata una festa a cui avrebbe dovuto partecipare per dovere professionale.

In realtà, si legge nell´articolo del New Yorker, l´attrice non trovò alcuna festa, ma Weinstein in una camera dell´hotel che le chiese di fargli un massaggio. Lei all´iniziò rifiutò, ma poi non fu abbastanza forte per resistere alle avance del produttore, che le praticò del sesso orale, mentre lei gli ripeteva di fermarsi.


Ronan Farrow / Twitter

"Se fossi stata una donna forte, l´avrei preso a calci nelle palle e sarei fuggita" ha ancora raccontato la Argento "Ma non l´ho fatto. E così mi sono sentita responsabile. E´ stato un trauma orribile."

La Argento ha poi raccontato che Weinstein era ossessionato da lei e le faceva costosi regali, invitandola a cena e in altre occasioni. L´attrice ha detto di aver avuto rapporti sessuali consensuali con Weistein per circa cinque anni dopo la prima volta, anche se ha definito questi incontri come unicamente "onanistici".


Rainews / twitter

La Argento ha dichiarato di non essere stata capace di reagire per paura di ritorsioni e perché il produttore avrebbe potuto rovinare la sua carriera, sentendosi obbligata ad accettare le sue proposte sessuali.

Oltre alla Argento, altre attrici, dopo l´articolo del New York Times che ha portato a galla le molestie seriali di Weinstein, hanno detto di essere state vittime di abusi: tra esse star come Gwyneth Paltrow, Angelina Jolie e Rosanna Arquette.




Gli Ultimi Video & Gallery