E' morta a 84 anni Franca RameRitorna Bridget Jones, sarà la volta di un Toy Boy?


Chiesti due anni e sei mesi per Dolce e Gabbana. Il Pm: 'Prove dichiarative e documentali'

Data pubblicazione : 29/05/2013




Due anni e sei mesi di reclusione. E' questa la richiesta di condanna che il Pm di Milano Gaetano Ruta ha formulato nei confronti di  Domenico Dolce e Stefano Gabbana nel procedimento che li vede accusati di frode fiscale.

Secondo l'accusa i due stilisti avrebbero evaso un miliardo di euro attraverso un'operazione realizzata avvalendosi di una società lussemburghese: "Ci sono prove dichiarative e documentali" ha detto il pm.

L'accusa ha poi sostenuto che Dolce e Gabbana "furono i beneficiari dell'operazione di estero vestizione attraverso la Gado, società lussemburghese che in Lussemburgo aveva solo un piccolo ufficio in un palazzo, senza nessuna struttura perché l'attività vera era tutta in Italia".

Il Pm ha formulato inoltre richiesta perché i giudici si uniformino "al principio della Cassazione che aveva annullato l'assoluzione disposta dal gup spiegando che in alcuni casi l'elusione fiscale è penalmente rilevante".

L'accusa ha chiesto invece una piena più alta e cioè tre anni di reclusione per il fiscalista Luciano Patelli a cui Dolce e Gabbana si rivolsero nel 2003 e che sarebbe stato “l'istigatore del piano illecito” del quale ci sarebbe stata secondo il Pm  “piena condivisione”.




Gli Ultimi Video & Gallery