Gianna Nannini, tra pochi giorni in uscita il nuovo disco 'Inno'A marzo il settimo album dei Black Rebel Motorcycle Club


Cina: assolda killer virtuali per uccidere l'avatar del figlio

Data pubblicazione : 08/01/2013




In Cina si è compiuto quello che potrebbe essere stato il primo omicidio virtuale su commissione della storia. Tale signor Feng ha infatti commissionato l'omicidio di suo figlio Xiao a un gruppo di killer digitali, che hanno svolto il lavoro in modalità multiplayer.

I killer hanno dato ripetutamente la caccia al ragazzo nelle sessioni online di uno sparatutto non meglio identificato, che era diventato l'ossessione di Xiao. Con questo originale metodo Feng credeva di poter distogliere il figlio dalla sua dipendenza dal gioco, frustrandolo.

In pratica si è trattato di omicidio 'corale e ripetitivo' in quanto i killer hanno avuto l'incarico di assassinare il ragazzo ogni volta che giocava in modalità multiplayer, e quindi lo hanno fatto fuori innumerevoli volte. Il figlio di Feng era bravo, ma evidentemente i killer erano veri maestri di quel videogioco e per il ragazzo non c'è stato - più volte - scampo.

La caccia virtuale è stata pero' scoperta. Xiao è riuscito a far confessare uno dei suoi assassini virtuali e non è noto se la lezione gli sia servita per rendere meglio a scuola o per trovare un lavoro. In ogni caso Feng potrebbe aver dato il via a un nuovo mercato dalle enormi potenzialità: quello dei killer digitali su commissione.




Fonte: Rivistastudio

Gli Ultimi Video & Gallery