Nuovo furto di gioielli a Cannes: trafugati preziosi per 40 milioniSaccheggiata la tomba di Rino Gaetano


Concerto romano dei Muse: 'Abbiamo dovuto corrompere gente'

Data pubblicazione : 29/07/2013




Nel corso di un´intervista al giornale britannico Sun, il cantante dei Muse Matt Bellamy, parlando del concerto che il gruppo ha tenuto ai primi di luglio a Roma ha dichiarato che si sono verificati degli episodi di corruzione.

"A Roma abbiamo dovuto corrompere gente con migliaia di euro solo per essere autorizzati a usare i nostri fuochi d’artificio" ha detto Bellamy. "Abbiamo dovuto telefonare all’ambasciata britannica di Roma e discutere con alcuni funzionari" ha ancora aggiunto. La notizia è naturalmente giunta in Italia provocando clamore, ma anche dando il via gli accertamenti della Questura di Roma.

Il promoter italiano dei Muse Vivo Concerti però prende le distanze dalle dichiarazioni di Bellamy: "Per il concerto dei Muse allo stadio Olimpico di Roma il 6 luglio tutto si è svolto in modo regolare" si legge in una nota.

"La licenza è stata concessa dalle autorità competenti dopo le opportune verifiche che hanno dimostrato che tutto era sicuro e regolare e dopo aver puntualmente messo in atto ed ottemperato ad ogni disposizione di sicurezza e accorgimento tecnico richiestoci, come è successo in tutte le altre città" sottolinea ancora Vivo Concerti.




Gli Ultimi Video & Gallery