Mariah Carey sull'orlo del baratro? Per ora è a Capri insieme a un miliardario australiano Apple risponde all'appello di Taylor Swift: 'Pagheremo gli artisti anche nel periodo di prova di Apple Music'


E' morta in solitudine Laura Antonelli, attrice bellissima e tormentata

Data pubblicazione : 22/06/2015



Addio a Laura Antonelli. L´attrice è morta questa notte nella sua casa di Ladispoli, a pochi chilometri da Roma. Aveva 73 anni e viveva sola. E´ stata ritrovata cadavere stamattina dalla donna delle pulizie.

Quella della Antonelli è stata una parabola che l´ha portata prima nell´immaginario erotico di milioni d´italiani e a lavorare con grandi registi e poi l´ha trascinata nella polvere dopo una storia di droga.

All´inizio degli anni ´90 le vennero infatti trovati in casa a Velletri 36 grammi di cocaina e venne arrestata, passando alcuni giorni in carcere e poi scontando il resto della pena ai domiciliari.

Dieci anni dopo venne assolta perché il possesso di droga fu riconosciuto essere per uso personale, ma il fatto aveva ormai minato irreparabilmente la sua vita personale e professionale.

Nel 1991 interpretò il sequel di ´Malizia´, film che tanto successo aveva avuto nel 1973, sempre diretta da Salvatore Samperi, ma una reazione allergica a un trattamento estetico che le deturpò il viso e il flop al botteghino della pellicola, la portarono alla decisione di ritirarsi definitivamente dalle scene.

Nata a Pola, in Croazia, il 28 novembre 1941, la Antonelli aveva esordito sul grande schermo nel 1964 ne ´Il magnifico cornuto´ di Antonio Pietrangeli. Era poi stata scelta in carriera da registi del calibro di Pasquale Festa Campanile, Claude Chabrol, Dino Risi, Luigi Comencini, Luchino Visconti, Mauro Bolognini, Luigi Zampa, Tonino Cervi ed Ettore Scola.

Durante le riprese de ´Gli sposi dell´anno secondo´ del regista Jean-Paul Rappeneau, uscito ne 1971, la Antonelli aveva fatto innamorare Jean-Paul Belmondo: "E´ con profonda tristezza che ho appreso della morte di Laura Antonelli" ha dichiarato l´attore francese "Laura fu per me prima di tutto una compagna adorabile, dallo charme eccezionale. Di lei conservo solo ricordi meravigliosi."

Grazie al suo ruolo di Angela nel film ´Malizia´ di Salavatore Samperi del 1973, aveva vinto un David di Donatello e un Nastro d´argento come miglior attrice.

Nel 2010 Lino Banfi aveva fatto un appello perché l´attrice potesse ricevere un sussidio sulla base della Legge Bacchelli, che assiste gli artisti in povertà, ma la Antonelli attraverso il suo legale aveva chiesto l´oblio.

"Ringrazio Lino Banfi e tutti coloro che si stanno preoccupando di me" si leggeva nella nota "Mi farebbe piacere vivere in modo più sereno e dignitoso anche se a me la vita terrena non interessa più. Vorrei essere dimenticata."

"Andai a trovarla a Ladispoli, fu un momento drammatico" ha raccontato Banfi all´Agenzia Ansa "Era ridotta malissimo fisicamente, abitava in un posto che era una catapecchia, in cucina c´erano i pacchi di pasta della Caritas. Ci abbracciammo, piangemmo insieme, lei era disperata e io le promisi aiuto."

"Le lasciai un bel gruzzoletto di soldi" spiega ancora Banfi "Due minuti dopo vidi che ne dava tanti ad una persona che girava per la casa. Le dissi ´ma Laura li ho dati a te perché ne hai bisogno´. Lei mi rispose, ´c´è chi ne ha ancora più bisogno´. Ecco come era."




Gli Ultimi Video & Gallery