Calendario Pirelli 2017, protagoniste le più importanti attrici di HollywoodIn posa con le celebrità? Non sempre è piacevole


E morto Gene Wilder, addio all'interprete di 'Frankenstein Junior' e 'Willy Wonka'

Data pubblicazione : 30/08/2016



Gene Wilder, indimenticabile interprete di commedie entrate nell´immaginario collettivo come ´Frankenstein Jr.´ e ´Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato´ è morto a 83 anni nella sua casa di Stamford, in Connecticut. Il decesso dell´attore è avvenuto in seguito a complicazioni legate al morbo di Alzheimer, di cui soffriva da tempo.

A dare la notizia della morte di Wilder sono stati i famigliari, con un comunicato: "Comprendiamo che nella sfida fisica ed emotiva che abbiamo dovuto affrontare in questi anni, siamo stati fortunati" si legge nel comunicato "A differenza di tanti altri casi, la malattia non gli aveva rubato la possibilità di riconoscere i suoi cari e di mantenere la sua personalità."

Jerome Silberman, questo era il vero nome di Wilder, nato l´11 giugno 1933 a Milwaukee, aveva già affrontato la battaglia contro un linfoma alla fine degli anni ´90 ed era riuscito a sconfiggere la malattia.



Dopo l´esordio a Broadway negli anni ´60, Wilder aveva conosciuto l´attrice Anne Bancroft, protagonista di uno degli spettacoli in cui lavorava e che gli aveva presentato il marito, il regista Mel Brooks, un incontro destinato a creare un formidabile sodalizio artistico.

Wilder aveva esordito sul grande schermo nel 1967 con il film ´Gangster Story´ di Arthur Penn e l´anno dopo era arrivato il primo film con Brooks, ´Per favore, non toccate le vecchiette´, che gli era valso una nomination agli Oscar come Miglior attore, quindi nel 1971, diretto da Mel Stuart, aveva interpretato ´Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato´.

Nel 1972 era stato scelto da Woody Allen come protagonista di uno degli episodi, forse il più divertente, del film ´Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso (ma non avete mai osato chiedere)´.

Due anni dopo era quindi tornato a lavorare con Brooks nella parodia western ´Mezzogiorno e mezzo di fuoco´ a cui aveva fatto seguito pochi mesi dopo ´Frankenstein Junior´, di cui era anche autore del soggetto e co-seneggiatore. Il film ottenne una nomination come Miglior sceneggiatura non originale.



In seguito aveva avuto inizio l´altro suo importante sodalizio artistico, quello con il collega Richard Pryor, con cui aveva recitato in azzeccate commedie come ´Nessuno ci può fermare´, ´Non guardarmi: non ti sento´e ´Non dirmelo... non ci credo´.

Wilder era stato anche regista. Aveva diretto diversi film, tra cui ´Il fratello più furbo di Sherlock Holmes´, ´Il più grande amatore del mondo´ e ´La signora in rosso´.

L´attore era stato sposato quattro volte: dal 1960 al 1965 con Mary Mercier, dal 1967 al 1974 con Mary Joan Schutz, dal 1984 con l´attrice Gilda Radner (che morì nel 1989 per un tumore) e con Karen Boye, che aveva sposato nel 1991, morta all´inizio di quest´anno.




Gli Ultimi Video & Gallery