Arriva nelle sale italiane per tre giorni 'Fear And Desire', opera prima di Stanley KubrickUna petizione contro Carla Bruni: 'Ha usato soldi pubblici per il suo sito Web'


Festival del Cinema di Venezia 2013, tre italiani in gara






Il Direttore del Festival di Venezia Alberto Barbera ha reso noto il programma completo, e in gara alla 70esima edizione della manifestazione ci saranno tre italiani: ´L´intrepido´ di Gianni Amelio, ´Via Castellana Bandiera´ di Emma Dante e il documentario ´Sacro GRA´ di Gianfranco Rosi.

I tre flm italiani sono molto diversi tra loro, ma hanno come filo conduttore l´Italia contemporanea, con i suoi gravi problemi e le sue enormi contraddizioni. Le pellicole sono ambientate in tre città diverse: Amelio a Milano, Rosi a Roma e Dante a Palermo.

Il documentario ´Sacro GRA´ di Gianfranco Rosi indaga a bordo di un minivan i territori a cavallo del Grande Raccordo Anulare della capitale, scoprendo lungo i 70 km di asfalto personaggi incredibili e situazioni inimmaginabili.

´Via Castellana Bandiera´, basato su un romanzo della stessa Dante parte da un litigio tra due automobiliste in un vicolo palermitano per dipanare una storia di violenza urbana paradossale.

´Il veterano´ Amelio con il suo ´L´intrepido´ racconta invece di un uomo specializzato nel sostituire sul lavoro gli altri in caso di assenza più o meno forzata, una sorta di ´Zelig´ delle professioni altrui.

"Venezia sulla carta si prende dei rischi in più" dice il direttore Barbera "ad esempio mettendo in concorso, ed è la prima volta in un festival, due documentari e programmando un cinema d´autore recuperando una funzione di sostegno e promozione. Non ci sono film mainstream perché erano tutti a Cannes? Abbiamo dovuto fare i conti con questo, non sono scelte aprioristiche".




Gli Ultimi Video & Gallery