Fate i selfie e non la guerra: le armi sostituite dagli stick in scene di famosi filmDavid Beckham è un mostro, ma solo al cinema per il 'King Arthur' di Guy Ritchie


Guenda Goria tra cinema e teatro: "Naufraga perenne, trasformo le inquietudini in qualcosa di bello"

Data pubblicazione : 28/03/2017



Sono passati sette anni da quando Guenda Goria, classe 1988, partecipò al reality ´L´Isola dei famosi´. Da allora la figlia dei giornalisti Maria Teresa Ruta e Amedeo Goria ha intrapreso una carriera artistica assai differente.

Il reality televisivo, una delle edizioni dell´Isola condotte da Simona Ventura, è servito alla Goria come trampolino di lancio, per poi approdare al cinema e al teatro.



"Cerco di fare un percorso personale" ha spiegato la Goria in un´intervista rilasciata recentemente a TGCOM24 "Cerco di fare ciò che mi appartiene di più. Poi in realtà resto una persona molto incostante e inquieta, sono una naufraga perenne, un´irrequieta. Ma cerco di veicolare l´inquietudine in qualcosa di costruttivo, di trasformarla in qualcosa di bello e utile."

La giovane attrice è laureata in filosofia estetica e si è diplomata al centro sperimentale di Roma. Ha inoltre conseguito il diploma in pianoforte al Conservatorio di Milano.

Sul grande schermo ha partecipato al film ´Anita B´ di Roberto Faenza e poi all´ultimo lavoro di Matteo Garrone ´Il racconto dei racconti´.

Adesso è parte del cast del film attualmente in programmazione ´Chi salverà le rose?´ dell´esordiente Cesare Furesi. Nel cast ci sono anche Carlo Delle Piane, Caterina Murino, Antonio Careddu, Lando Buzzanca e Philippe Leroy.



´Chi salverà le rose?´ racconta la delicata storia d’amore tra due uomini anziani e un rapporto fragilissimo con la figlia di uno di loro. Una famiglia arcobaleno ante litteram che si troverà ad appianare attriti e incomprensioni prima che sia troppo tardi.

La Goria è inoltre in questi giorni impegnata a teatro. E´ in scena fino al 9 Aprile a La Cometa di Roma con lo spettacolo ´Risiko, quell’irrefrenabile voglia di potere´, una graffiante commedia di Francesco Apolloni ambientata in una convention politica, in cui interpreta una giovane donna piuttosto amorale (ruolo che fu negli anni novanta di Lucrezia Lante Della Rovere).



In seguito, c´è già un altro progetto teatrale che aspetta l´attrice milanese: metterà in scena al Teatro Cometa OFF, sempre a Roma, ´Ritratti di Signora´, una serie di monologhi in cui vengono rappresentate le varie identità delle donne. 

Il mese scorso poi, la Goria è stata la regista dello spettacolo teatrale "Nel buio dell´America", opera di Joyce Carol Oates, andato in scena dal 7 al 19 febbraio al teatro Litta di Milano, con le musiche di Andy dei Bluvertigo, un atto unico che ha offerto uno scomodo ritratto dell´America piccolo borghese degli anni novanta e che con uno scarto di vent´anni rivolge uno specchio all´Italia dei nostri tempi.




Gli Ultimi Video & Gallery