Il consigliere RAI: 'Moderare le intemperanze verbali della signora Littizzetto'Courmayeur Noir in festival, al via oggi tra letteratura e cinema


In 70mila a L'Avana per il concerto gratuito di Zucchero

Data pubblicazione : 10/12/2012




Grande soddisfazione per Zucchero Fornaciari, che ha portato a ballare sotto al suo palco circa 70mila persone, soprattutto giovani arrivati da tutto l'arcipelago cubano per il suo concerto, che si è svolto la sera dell'8 dicembre nel parco dell’Istituto artistico de L'Avana.

Il bluesman emiliano ha subito voluto smarcarsi dalle polemiche: "Su internet il solito idiota ha scritto che questo concerto l’ho fatto per il regime. È una cosa gratuita, fatta per alzare un po’ di polvere all’italiana. Perché avrei dovuto fare un favore al regime?" ha detto.

"Mi sono rifiutato di lanciare un appello per cinque cubani accusati di spionaggio negli Stati Uniti, me l’aveva chiesto Mariela Castro, la figlia di Raul" ha poi voluto sottolineare "Non volevo connotazioni politiche anche se ho fatto tante cose per Amnesty con Bono e Peter Gabriel. Fidel sarà giudicato dalla storia, ma la gente di qua è speciale, l’embargo deve finire".

Il concerto ha rappresentato la prima tappa del tour mondiale di promozione di 'La Sesion cubana', ultimo album di Zucchero uscito una ventina di giorni fa. Le tracce sono state registrate all'Avana e il musicista emiliano si è avvalso della collaborazione dei più grandi nomi della musica del Paese caraibico. Il tour prevederà anche tre date all’Arena di Verona: il 30 aprile, il primo e il 2 maggio.




Fonte: Messaggero

Gli Ultimi Video & Gallery