Bobbi Kristina Brown, figlia di Whitney Houston esce dal coma. Il padre: 'E' sveglia, mi guarda'Ode alla barba, soprattutto se è celebre


Jasmine Trinca fa innamorare Sean Penn e Javier Bardem in 'The Gunman'

Data pubblicazione : 21/04/2015



Molte donne - ma anche tante colleghe - vorrebbero essere al posto di Jasmine Trinca, 33 anni, che sta per arrivare nelle sale cinematografiche con ´The Gunman´ di Pierre Morel, liberamente tratto dal romanzo ´Posizione di tiro´ di Jean-Patrick Manchette, film che vede protagonista l´attrice romana a fianco di due bellissimi nonché due grandi star del calibro di Sean Penn e Javier Bardem. E come se non bastasse i due, nella pellicola, combattono una sfida senza esclusione di colpi per conquistarla.

La Trinca, in un´intervista a ´D - la Repubblica delle donne´, parla della sua esperienza sul set insieme ai due premi Oscar: "A volte mi perdevo a guardarli, come se fossi una spettatrice e non un´attrice nello stesso cast" spiega "Ero rapita da Bardem perché riusciva a esprimere emozioni intense senza dire una parola. E colpita dalla sensibilità di Sean Penn, che mi ha portato pian piano a farmi sentire una di loro, un attore che partecipa allo stesso gioco."

L´importante ruolo della Trinca è arrivato grazie alla sua amicizia con la collega Valeria Golino, da cui è stata diretta nel film ´Miele´. La Golino è infatti molto amica di Sean Penn: "Io e Valeria siamo la dimostrazione che può esistere un´amicizia sincera fra due attrici" dice la Trinca "Quando prevale la stima, non c´è competizione che tenga. E´ stata generosa e Miele ha parlato per me, è arrivato al cuore di Sean: non ci fosse stato lui non sarei mai riuscita a ottenere una parte così importante".

Per l´attrice, che ha avuto con il compagno Antonio Piarulli la prima figlia, Elsa, il 2015 segna il ritorno dopo una pausa: "Mi dispiacerebbe pensare che sia dovuto alla mia gravidanza, cosa che peraltro succede in molti altri ambiti lavorativi. La donna che ha dei figli è percepita come un problema. Io sono convinta che ogni madre dovrebbe essere messa in condizione di diventarlo senza complicazioni né ansie."

E la Trinca vive la sua condizione di madre con grande grinta: "E´ cresciuto in me un istinto da leonessa" spiega ancora "Ho un passato bello ma impegnativo, vengo da una situazione familiare per nulla facile, sicuramente non come quella che vivo ora. Eravamo in grandi difficoltà economiche, mia madre mi ha dovuto crescere senza un padre, con pesanti sacrifici, è stata un modello di integrità che mi ha dato la forza per superare ciò che nella vita accade: nascite, lutti, difficoltà. Quell´impronta lì, saper prendere la vita di petto, è la lezione più importante che mi ha lasciato."

La Trinca è quest´anno nelle sale cinematografiche anche in ´Maraviglioso Boccaccio´ dei fratelli Taviani tratto dal Decameron e in ´Nessuno si salva da solo´ di Sergio Castellitto, basato sull´omonimo romanzo di Margaret Mazzantini. ´The Gunman´ debutterà invece il 7 maggio.




Gli Ultimi Video & Gallery