Trovami e vieni a salvarmi, Pokémon Go contro la guerra in uno splendido lavoro fotograficoAriana Grande torna single, fine della storia con il ballerino Ricky Alvarez


La assurda storia del 'sosia' di Justin Bieber, morto per overdose a 35 anni

Data pubblicazione : 26/07/2016



Quella di Tobias Strebel, 35enne californiano di origine tedesca, potrebbe essere una tragica fine come tante, da annoverare nel drammatico conteggio di coloro che si sono autodistrutti finendo nel tunnel della dipendenza da sostanze stupefacenti, farmaci e alcol.

Ciò che differenzia la storia di Strebel però, è che il ragazzo aveva avuto il suo momento di celebrità finendo sui media di tutto il mondo e partecipando a numerosi programmi televisivi, e ciò in conseguenza della sua ossessione: quella di assomigliare al suo idolo, la popstar Justin Bieber.

Strebel si era infatti sottoposto a una serie di trattamenti per poter avvicinare il più possibile il suo aspetto a  quello del cantante canadese, spendendo per questo scopo 100mila dollari in operazioni di chirurgia plastica.



Il cadavere del ragazzo era stato ritrovato nell´agosto del 2015 nella stanza di un motel a Los Angeles e l´autopsia, ottenuta adesso dal magazine PEOPLE, parla di un´overdose causata da un micidiale cocktail di alcol e farmaci, inclusi antidolorifici e antidepressivi come Xanax e Valium.

La polizia di Los Angeles aveva già escluso che potesse trattarsi di un suicidio e aveva parlato di ´morte accidentale´.

"Di Bieber mi affascina tutto" aveva dichiarato Strebel nel corso di un reality show a cui aveva partecipato "Le guance piene, gli occhi luminosi, le labbra. Lui è straordinariamente bello."

"Non voleva diventare una grande celebrità" aveva raccontato tempo fa in un´intervista la agente di Strebel "era venuto da me dicendo di voler condividere con gli altri la sua storia e sembrava felice di ciò che stavamo costruendo."




Gli Ultimi Video & Gallery