Valentina Cervi sempre più internazionale, tra vampiri e folli amoriMarvel, video ringraziamento agli spettatori di 'The Avengers'


La fidanzata del Sic impegnata nel sociale, in nome di Marco

Data pubblicazione : 16/05/2012




Una casa per bimbi disabili in un orfanotrofio nella Repubblica Dominicana, un microscopio per operare gli occhi dei bambini africani,  un vecchio albergo abbandonato diventato dimora per extracomunitari. Sono le opere benefiche realizzate fino a oggi dalla Onlus intitolata a Marco Simoncelli.

A gestire la Onlus è Kate Fretti, la fidanzata del Sic, che dal giorno dell'incidente, sette mesi fa, contribuisce a mantenere viva la memoria del motociclista scomparso e continua a stare con la famiglia Simoncelli: "Non sarà per sempre" dice la Fretti "Ma a Bergamo non sono più riuscita a tornare. Facciamo opere di cui Marco andrebbe fiero".

"È la più forte di tutti, la Kate" dice di lei il padre di Simoncelli "Con tutte le  'gnocche' che poteva avere, mio figlio aveva scelto lei, e non ce n’era per nessun’altra. La prima sera che ha dormito da noi, lo ricordo, era piccola. Mi ha sorpreso la mattina dopo: in salone in pigiama, senza stupide formalità, a parlare con noi sul divano. Mio figlio ci aveva visto lungo".

La Fretti, all'anulare ha un tatuaggio di tre lettere: "Sic", che in passato non si sarebbe fatta, come ammette: "Avevo sempre avuto una mia teoria: mai il nome di un fidanzato sulla pelle, perché poi si sa come vanno le cose, ci si lascia, e si resta fregati. Ma io non rischio più di essere tradita".




Fonte: Vanity Fair

Gli Ultimi Video & Gallery