Meraviglie sommerse, i migliori scatti dell'Underwater Photographer of the Year Contest 2018Alicia Silverstone, matrimonio finito dopo 20 anni


La società cinematografica di Harvey Weinstein sull'orlo della bancarotta

Data pubblicazione : 26/02/2018



Harvey Weinstein, noto produttore cinematografico americano finito al centro dello scandalo degli abusi sessuali, nel corso degli anni ha guadagnato dollari a palate, ma anche il suo portafoglio non è abbastanza ampio per far fronte a tutte le spese legali e alle richieste di risarcimento che gli sono state inoltrate.

Secondo quanto riferiscono differenti fonti media oltreoceano, la Weinstein Company, società del produttore, sta per finire in bancarotta. Sarebbero infatti state bloccate le trattative per l´acquisizione dell´azienda da parte di un gruppo di investitori.


Fortune / Twitter

"Pur riconoscendo che questa soluzione è estremamente dannosa per i nostri dipendenti", ha spiegato il board della società in una nota, "per i nostri creditori e tutte le potenziali vittime, non c´è altra scelta se non adottare l’unica opzione praticabile per massimizzare il valore residuo del società: un processo ordinato di bancarotta."


Harevey Weinstein

Gli investitori avevano offerto circa 500 milioni di dollari per l´acquisizione della società, prima che il procuratore generale di New York avviasse un´azione legale contro Weinstein, suo fratello e la società fissando le condizioni di vendita nel timore che le supposte vittime degli abusi di cui il produttore è accusato potessero perdere la possibilità di essere adeguatamente risarcite.

Sono state oltre 70 le donne ad aver accusato Weinstein di averle molestate sessualmente. Il produttore ha però sempre negato di aver avuto rapporti sessuali non consenzienti.




Gli Ultimi Video & Gallery