Debutto sul grande schermo a dicembre per la 'Cenerentola' di Carlo VeroneJohnny Depp e Kate Moss tornano insieme nel prossimo video di Paul McCartney 'Queenie Eye'


Lapo Elkann: 'Abusi sessuali in collegio a 13 anni'

Data pubblicazione : 18/10/2013




Dichiarazioni pesanti, quelle rilasciate da Lapo Elkann a ´il Fatto Quotidiano´. Il nipote di Gianni Agnelli, nel corso di una lunga intervista ha infatti svelato alcuni aspetti inediti della sua infanzia, affermando anche di aver subito abusi sessuali quando, tredicenne, frequentava una collegio gestito dai gesuiti.

"Ero dislessico, amavo solo le lingue e la storia" ha spiegato Elkann al Fatto "Ero molto più bravo a parlare che a scrivere. Dunque i miei fratelli sono rimasti al liceo pubblico, e io, che ero il secondo di otto, sono stato spedito in collegio, dai gesuiti. L’ho vissuta come una vera e propria punizione".

Poi, la rivelazione shock: "Da quando ho compiuto 13 anni ho vissuto cose dolorose che poi mi hanno creato grosse difficoltà nella vita. Cose capitate a me e ad altri ragazzi. Parlo di abusi fisici. Sessuali. Mi è accaduto, li ho subiti".

Elkann porta un caso esemplare delle conseguenze degli abusi subiti: "Il mio migliore amico, che era in collegio con me per quasi 10 anni e ha vissuto quello che ho vissuto io, si è ammazzato un anno e mezzo fa. Non ne ho mai parlato prima anche perché voglio che questa storia serva a qualcuno. Sto pensando a una fondazione. Voglio aiutare chi ha passato quello che ho passato io. Parlare è giusto, ma facendo qualcosa di utile, di positivo".

Quindi Elkann parla del suo trauma personale, e si pone degli interrogativi: "Ho dovuto fare un enorme lavoro su me stesso, anche vedere cose che non avevo voglia di vedere. Non nasconderle più. Non nascondermi. Ho dovuto essere sincero con me stesso e con gli altri. Anche perché quando si ammazza il tuo migliore amico ti metti in discussione. Ti fai delle domande. Avrei potuto fare qualcosa? Stargli più vicino?".





Gli Ultimi Video & Gallery