Non c'è inganno, ma il trucco sì: eccome!Claudio Baglioni, primi dettagli su Sanremo 2018: 'Simile a un festival del cinema o letterario'


Le canzoni di Lucio Battisti vanno all'asta, il figlio Luca: 'I diritti spettano agli eredi'

Data pubblicazione : 11/10/2017



Nuova puntata della triste querelle che ruota attorno ai diritti delle canzoni di Lucio Battisti, un catalogo che comprende grandi successi come ´Emozioni´, ´Acqua azzurra, Acqua chiara´, ´Mi ritorni in mente´, ´Il mio canto libero´ e ´I giardini di marzo´.

La Acqua Azzurra Srl di proprietà dei parenti di Battisti, che detiene i diritti dei brani, è in liquidazione da quest´anno e ha riportato una perdita di 1.6 milioni di euro a fine 2016.



Il rosso non è però da ricercarsi in un calo di interesse per le canzoni di uno dei cantautori italiani più popolari della storia, ma bensì nella causa legale che la Acqua Azzurra Srl ha in piedi con Mogol, autore di molti testi delle canzoni del ´Lucio´ nazionale.

Mogol ha chiesto un risarcimento di 8 milioni di euro, in quanto accusa la vedova di Mogol, Grazia Letizia Veronese, di ´mala gestio´ societaria. Il paroliere sostiene che la Veronese abbia ´ostacolato lo sfruttamento commerciale del repertorio Mogol/Battisti´.



La causa ha già prodotto una sentenza di primo grado in favore di Mogol, anche se il giudice ha ridimensionato le richieste del paroliere, condannando Acqua Azzurra Srl a pagare 2 milioni e 651mila euro.

Adesso, i liquidatori della società hanno deciso di mettere all´asta i diritti dei brani, dopo aver ricevuto offerte per il prezioso catalogo da differenti case discografiche.

Il figlio di Battisti, Luca, si oppone però alla decisione. Secondo i suoi avvocati, la messa all´asta sarebbe illegale.



"La legge sul diritto d´autore prevede che nelle composizioni musicali con parole, l´esercizio dei diritti di utilizzazione economica spetta all´autore della parte musicale", ha spiegato a la Repubblica Simone Veneziano, avvocato di Luca Battisti.

"Nelle opere musicali frutto del sodalizio artistico tra Mogol e Lucio Battisti" ha continuato il legale, "l´esercizio dei diritti di utilizzazione economica spetta dunque a Lucio Battisti e, dopo la sua morte, ai suoi eredi."




Gli Ultimi Video & Gallery