Leonardo DiCaprio e Nina Agdal coinvolti in un incidente stradale: 'Stanno bene'Monica Bellucci nella serie TV di Amazon 'Mozart in the jungle'


Morto in carcere dove era recluso per frode Louis Pearlman: lanciò Back Street Boys ed 'N Sync

Data pubblicazione : 21/08/2016



E´ morto in carcere il manager musicale Louis Jay ´Lou´ Pearlman. Ne dà notizia il Federal Bureau of Prisons statunitense, senza dettagliare le cause del decesso.

Pearlman, che aveva 62 anni, era recluso in un carcere del Texas, dove stava scontando una pena di 25 anni per frode.

Il manager era alla base della creazione e del lancio delle boyband di maggior successo degli anni ´90, tra cui spiccano i nomi dei  Backstreet Boys e degli ´N Sync, nonché di artisti come Aaron Carter. 



La carriera di Pearlman aveva cominciato a precipitare quando era stato denunciato da Brian Littrell dei Backstreet Boys, il quale chiedeva conto dello scompenso tra i guadagni del gruppo, limitati a 300mila dollari, rispetto ai milioni che metteva in cassa la Trans Continental Records, etichetta del manager.

Pearlman era stato denunciato anche dagli ´N Sync e da altri suoi clienti, perdendo sempre le cause, oppure raggiungendo accordi stragiudiziali con i legali degli artisti per archiviare i procedimenti.



In seguito, nel 2006 era inoltre venuta a galla una colossale truffa che Pearlman aveva messo in atto con il famigerato schema Ponzi, facendo un gigantesco buco da 300 milioni di dollari ai danni di migliaia di cittadini americani.

Il manager era fuggito in estremo oriente nel tentativo di sottrarsi all´arresto, ma era stato rintracciato e catturato in Indonesia alcuni mesi dopo, all´inizio del 2007.




Gli Ultimi Video & Gallery