Angelina Jolie e Brad Pitt, niente riconciliazioneForbes, l'attrice più pagata al mondo nel 2017 è Emma Stone


Nuova accusa di molestie sessuali per Roman Polanski

Data pubblicazione : 17/08/2017



Sembra che Roman Polanski non possa gettarsi alle spalle un passato che lo vede ormai più volte accusato di molestie sessuali nei confronti di donne minorenni.

C´è infatti una terza persona, oggi 59enne e identificata come Robin M, che nelle scorse ore ha accusato il regista polacco di averle usato violenza nel 1973, quando lei aveva 16 anni.

La presunta vittima ha tenuto una conferenza stampa in cui si è presentata accompagnata dalla sua legale, Gloria Allred, che ha già difeso in passato Charlotte Lewis, altra donna che nel 2010 ha accusato di molestie sessuali il regista.


Roman Polanski/ Wikimedia Commons / Georges Biard

Robin M. ha spiegato di aver tenuto nascosto il fatto per molti anni per evitare il rischio che il padre potesse perdere la testa e compiere un atto che "l´avrebbe mandato in prigione per il resto dei suoi giorni."

La decisione di rivelare la violenza subita sarebbe giunta in seguito alle dichiarazioni di Samantha Geimer, violentata all´età di 13 anni su stessa ammissione di Polanski, e che però ha chiesto l´archiviazione del caso.

"Parlo adesso in modo che Samantha e il mondo sappiano che lei non è stata l´unica minorenne aggredita da Roman Polanski" ha detto Robin M.


Roman Polanski / Wikimedia Commons / Zff2012

La Corte suprema della Polonia nel dicembre dello scorso anno aveva respinto la richiesta di un tribunale di Cracovia, che richiedeva l´estradizione del cineasta 84enne nei USA per la violenza sulla Geimer.

Il fatto avvenne nel 1977 nella casa di Jack Nicholson. Per questo reato, Polanski era stato arrestato molti anni dopo in Svizzera, nel 2009, in seguito a un mandato di cattura internazionale.

Il regista era rimasto in carcere per due mesi e poi era stato accolto un suo ricorso che gli aveva permesso di andare agli arresti domiciliari. L´anno seguente, le autorità svizzere avevamo ravvisato un difetto di forma e non avevano concesso l´estradizione del regista negli USA, revocandogli anche i domiciliari.

I giudici avevano motivato la loro decisione sulla base del fatto che il comportamento tenuto da Polanski nel corso dei decenni è stato "stabile", con una normale vita professionale e famigliare.




Gli Ultimi Video & Gallery