Addio a Umberto Lenzi, aveva inventato il personaggio de 'Er Monnezza' interpretato da Tomas MilianQuesto ragazzo ha inserito il se stesso di oggi nelle fotografie scattate quando era un bambino


Quentin Tarantino fa il mea culpa sl caso Weinstein: 'Sapevo, non ho fatto abbastanza'

Data pubblicazione : 20/10/2017



Tra le voci che si sono sollevate dopo la scoperta che Harvey Weinstein, uno dei maggiori produttori di Hollywood, sia stato per anni un molestatore seriale, si aggiunge adesso anche quella di Quentin Tarantino.

Il geniale regista americano si cosparge il capo di cenere, rivelando nel corso di un´intervista al New York Times di essere stato a conoscenza di alcuni degli abusi perpetrati da Weinstein, ma di non aver fatto abbastanza per denunciare.


Quentin Tarantino / Wikimedia Commons / Siebbi (original), Gryllida (crop)

"Sapevo abbastanza per fare di più", ha confessato Tarantino nell´intervista, citando diversi episodi che hanno coinvolto attrici importanti. "C´era di più che semplici voci, di normale gossip. Non erano informazioni di seconda mano. Sapevo che aveva fatto un paio di queste cose."

In particolare, negli anni ´90, Tarantino avrebbe saputo dalla sua fidanzata di allora, Mira Sorvino, che Weinstein le aveva fatto della avance e dei palpeggiamenti indesiderati. Alcuni anni dopo una storia simile gli venne riferita da un´altra attrice. Tarantino venne inoltre a conoscenza che Rose McGowan aveva raggiunto un accordo con Weinstein dopo delle molestie.


Quentin Tarantino / Wikimedia Commons / Georges Biard

Harvey Weinstein e Quentin Tarantino si conoscono da 25 anni, e la Miramax, società co-fondata da Weinstein, ha distribuito tutti i film di Tarantino, a partire dall´esordio  di quest´ultimo nel 1992 con ´Le Iene´.

"Vorrei essermi assunto la responsabilità per ciò che avevo sentito", ha aggiunto Tarantino. "Se avessi fatto ciò che andava fatto, allora avrei dovuto non collaborare più con lui."


Quentin Tarantino / Wikimedia Commons / Georges Biard

"Ciò che ho fatto è marginalizzare gli incidenti" ha poi ammesso Tarantino "e capisco che tutto ciò che dico adesso suoni come una fottuta scusa."

Quando il giornalista del NYT ha chiesto a Tarantino se pensa che queste sue dichiarazioni possano cambiare il modo in cui il pubblico vedrà lui e la sua opera in futuro, il regista ha detto di non saperlo: "Spero non accada" si è augurato.




Gli Ultimi Video & Gallery