I peggiori (quanto divertenti) Cosplay delle PopstarEmma Marrone e Fabio Borriello, fotografato il primo bacio. Lei su Twitter: 'Imbarazzante'


Raoul Bova rinviato a giudizio per dichiarazione fraudolenta insieme a sorella ed ex moglie: 'Evasi 600mila euro'

Data pubblicazione : 17/06/2015




Guai con il fisco per Raoul Bova, 43 anni, che è stato rinviato a giudizio per il reato di dichiarazione fraudolenta. Insieme a lui finiranno in tribunale altre due persone, la sorella Daniela e l´ex moglie e procuratrice dell´attore, Chiara Giordano.

Secondo il gup, i tre imputati avrebbero prodotto una "dichiarazione fraudolenta mediante artifici" che avrebbe consentito loro di trasferire dei costi verso la società Sammarco che gestisce l´immagine dell´attore, ed evadere così oltre 600mila euro.

"Sono sbalordito dalla decisione del giudice" ha dichiarato Giuseppe Rossodivita, difensore dell’attore "Il collegio dei giudici della libertà, con il presidente Soana che è un esperto di tributi, ha scritto che manca il fumus e non c´è alcun reato. Adesso faremo il processo e lo dimostreremo in aula."

"L´Agenzia delle entrate non si è costituita parte civile nel procedimento" ha aggiunto il legale di Bova "Le presunte elusioni fiscali, per le annualità 2006-2010, sono tutte sotto soglia. Il mio assistito sta inoltre regolarizzando tutta la sua posizione con gli uffici competenti."

La prima udienza del processo è prevista per il 21 settembre del 2016 davanti al giudice monocratico di Roma. Nonostante il reato di dichiarazione fraudolenta sia meno grave dell´evasione fiscale vera e propria, i tre imputati oltre alle sanzioni economiche rischiano da 18 mesi a 6 anni di reclusione.




Gli Ultimi Video & Gallery