Guida Michelin 2015, ecco tutti i nuovi ristoranti italiani stellatiLeonardo DiCaprio compie oggi 40 anni


Robert Plant dice no alla reunion dei Led Zeppelin e rinuncia a 650 milioni di euro

Data pubblicazione : 10/11/2014




Un no che vale 650 milioni di euro. E´ quello pronunciato da Robert Plant, storico cantante dei Led Zeppelin. A tanto ammontava infatti la cifra che era stata proposta dal magnate inglese Richard Branson per la reunion degli Zeppelin, che nel corso della loro carriera hanno venduto qualcosa come 300 milioni di dischi in tutto il mondo.

Il contratto prevedeva una serie di concerti in Europa e USA. Tra i benefit c´era anche un aereo privato che sarebbe stato a disposizione della band e un´opzione per altri concerti futuri. Gli altri componenti della band, Jimmy Page e John Paul Jones avevano già accettato, così come il figlio del batterista scomparso John Bohnam, Jason. Poi però è arrivato il no di Plant.

"Jimmy, John e Jason avevano firmato subito" ha dichiarato una fonte al giornale britannico Mirror "Robert invece aveva chiesto 48 ore di tempo per una risposta. Quando è tornato ha detto di no e ha strappato il contratto. Richard ci è rimasto molto male, era amareggiato, ma senza Plant il progetto non ha senso".

La fonte continua spiegando che c´è stato un tentativo di convincere Plant, ma non è servito a nulla: "Hanno provato a convincerlo, ma non c´è stato verso. Era fuori di sé".




Gli Ultimi Video & Gallery