Oscar Pistorius respinge le accuse, ma per gli inquirenti la sua tesi non regge. Oggi l'autopsia della SteekampWorld Press Photo 2013, vince lo scatto a Gaza dello svedese Paul Hansen


Sanremo 2013 terza serata, il Festival è intelligente

Data pubblicazione : 15/02/2013




Può una manifestazione nazional-popolare come il Festival di Sanremo essere anche intelligente? Fabio Fazio, direttore creativo e conduttore della manifestazione, e i suoi collaboratori, ci stanno dimostrando di sì.

Certamente anche per questo motivo il terzo appuntamento del concorso canoro ha raccolto, così come i primi due, il favore del pubblico, perlomeno in termini di ascolti: una media di spettatori di 10 milioni 709mila e share del 42,48%.

Nel corso della serata si sono nuovamente esibiti tutti i Big in gara, proponendo i brani che avevano passato il primo turno. Si è così potuta stilare una prima classifica provvisoria con un peso del 25%, realizzata contando il televoto del pubblico da casa e quello della giuria della sala stampa.

Tale classifica può comunque essere ribaltata nella finale di sabato quando incideranno per un altro 25% i televoti dell’ultima puntata, e per il restante 50% i voti della giuria di qualità. In ogni caso, per ora sul podio si trovano Marco Mengoni, Modà e Annalisa. La provvisorietà, a nostro parere sottostima Raphael Gualazzi, Elio e le storie tese, Daniele Silvestri e Simone Cristicchi che in quel podio potrebbero tranquillamente figurare.

Ieri sera si sono poi determinati i due nuovi giovani che guadagnano la finale: Antonio Maggio con "Mi servirebbe sapere" e Ilaria Porceddu con "In equilibrio", entrambi in arrivo da X-Factor. Eliminati invece Paolo Simoni con "Le parole" e Andrea Nardinocchi con "Storia impossibile". Peccato per quest'ultimo.

Al di là delle canzoni, come si diceva, intermezzi intelligenti: bel monologo di Luciana Littizzetto sulle donne nella giornata contro il femminicidio seguito da un ballo corale, ottima intervista sul palco seguita da lettera ai giovani di Roberto Baggio, strepitose esibizioni della pianista ventenne Leonora Armellini e del cantante Antony Hegarty, frontman del gruppo statunitense 'Antony and the Johnsons'.

Infine, doveroso, ma divertente tributo a una pietra miliare del Festival, Albano, che naturalmente ha riproposto alcuni suoi pezzi tra cui l'immancabile hit 'Felicità' e ricevuto il premio alla carriera da una bellissima Laura Chiatti.




Gli Ultimi Video & Gallery