Uma Thurman 'riabilita' Quentin Tarantino: ' Il mio incidente sul set colpa dei produttori'16 idee per il tuo regalo di San Valentino


Sanremo 2018 parte con un 'bang': share al 52%, musica al centro dello show, Fiorello superstar





Una partenza con il botto quella della 68/a edizione del Festival di Sanremo, che da questa edizione vede in qualità di architetto - nonché ´dittatore´, come si fa chiamare scherzosamente lui - Claudio Baglioni, conduttore e direttore artistico della kermesse. Il programma è stato visto da 11milioni 603mila spettatori con uno share del 52.1%.

La formula scelta da Baglioni è un mix di tradizione e cambi al regolamento che hanno comunque il merito di mantenere la musica al centro dello show. Ieri, sul palco dell´Ariston si sono esibiti tutti i 20 Big in gara e alla fine della serata è già stata stilata una prima classifica provvisoria.


Claudio Baglioni / Twitter

Baglioni ha scelto la formula di una conduzione a tre e per adesso l´operazione è stata quella di caratterizzare il tris di personaggi sul palco, presentandoli al pubblico nelle loro nuova veste che si potrebbe riassumere, con un titolo alla Sergio Leone, come ´il dittatore, la precisina e il marziano´.

Baglioni in qualità di ´finto dittatore´ che richiede rispetto e spazio per il suo ego; Michelle Hunziker come ´svizzera precisina´ e, vista la folgorante bellezza, anche inevitabilmente sexy; Pierfrancesco Favino come ´marziano´ caduto sul palco e attore impegnato chiamato ad alzare il livello culturale dello spettacolo.

Le basi per formare un trio simpatico e coinvolgente ci sono, ma occorrerà verificare quanto gli autori sapranno evolvere i tre personaggi perché non risultino stancanti e scontati, nel complesso di un programma le cui serate sono vere e proprie maratone.


Festival di Sanremo / Instagram

In linea generale il rodaggio della prima ha funzionato, ma la gag messa in scena a un certo punto, con la Hunziker a cantare e i due compagni che spuntano da dei paraventi orientali e la seguono carponi avventurandosi in improbabili gag, è un segnale poco rassicurante.

In ogni caso, il vero mattatore dell´esordio del Festival di Sanremo 2018 è stato Fiorello, che è intervenuto nei primi minuti dello spettacolo facendo da ´scaldapubblico´. Non il miglior Fiorello di sempre, ma seppure non al 100%, l´artista siciliano ha scherzato, cantato, snocciolato battute al vetriolo prendendo di mira principalmente il pubblico in sala, la dirigenza Rai incarnata dal direttore Mario Orfeo seduto nelle prime file e ironizzando sulla futuristica e un po´ glaciale scenografia dell´Ariston, dando uno splendido ´la´ alla serata.


Festival di Sanremo / Facebook

Fiorello è poi intervenuto anche successivamente in un fuori programma, nello spazio che avrebbe dovuto essere di Laura Pausini, la quale non ha potuto però essere presente a Sanremo poiché influenzata, ma si è collegata telefonicamente. La sua partecipazione nei prossimi giorni è ancora in forse. Fiorello dovrebbe invece tornare in scena sabato.

Sul fronte degli ospiti, in primis ´l´eterno ragazzo´ e ´capitano coraggioso´ Gianni Morandi che ha duettato con Claudio Baglioni in un omaggio per il compositore Luis Bacalov recentemente scomparso, e poi con Tommaso Paradiso, il leader del gruppo ´Thegiornalisti´.

Quindi sul palco sono saliti i componenti principali del cast del film “A casa tutti bene” di Gabriele Muccino, tra cui c´è anche Favino: "Mi sono portato la famiglia", ha scherzato il conduttore dopo che il gruppo ha cantato in coro ´Bella senz´anima´, accompagnando Baglioni.


Stefano Accorsi / Twitter

Appuntamento stasera con l´esibizione degli artisti della categoria Giovani e il ritorno di 10 Big che riproporranno il loro brano. Attesi come ospiti il trio ´Il Volo´ vincitore a Sanremo nel 2015 con ´Grande amore´, Biagio Antonacci, Sting, Shaggy, Franca Leosini, il Mago Forest e Pippo Baudo, a 50 anni dalla sua prima conduzione del Festival.

Ecco la classifica provvisoria della categoria Big, basata sulle votazioni della Giuria Demoscopica e suddivisa in tre fasce, partendo dalla più alta: blu, gialla e rossa.

BLU

Annalisa – “Il mondo prima di te”
Lo Stato Sociale – “Una vita in vacanza”
Max Gazzé – “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”
Ermal Meta e Fabrizio Moro – “Non mi avete fatto niente”
Nina Zilli – “Senza appartenere”
Noemi – “Non smettere mai di cercarmi”
Ron – “Almeno pensami”

GIALLA

Luca Barbarossa – “Passami er sale”
Elio e le Storie Tese – “Arrivedorci”
Giovanni Caccamo – “Eterno”
Mario Biondi – “Rivederti”
The Kolors – “Frida”
Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico – “Imparare ad amarsi”

ROSSA

Red Canzian – “Ognuno ha il suo racconto”
Decibel – “Lettera al Duca”
Diodato e Roy Paci – “Adesso”
Enzo Avitabile e Beppe Servillo – “Il coraggio di ogni giorno”
Roby Facchinetti e Riccardo Fogli – “Il segreto del tempo”
Le Vibrazioni – “Così sbagliato”
Renzo Rubino – “Custodire”






Gli Ultimi Video & Gallery