La star di 'The Crown' Vanessa Kirby insieme a Dwayne Johnson nello Spinoff di 'Fast and Furious'Il clone di Rihanna è una modella indiana


Stalking a Livia Giuggioli, moglie di Colin Firth: raggiunto un accordo extragiudiziale





Non ci sarà un processo per il giornalista dell´Ansa Marco Brancaccia, accusato di stalking dalla produttrice cinematografica Livia Giuggioli, moglie dell’attore britannico Colin Firth. Le parti hanno infatti raggiunto un accordo extragiudiziale per chiudere la vicenda.


Corriere della Sera / Twitter

"Per il bene delle rispettive famiglie", si legge in un comunicato congiunto diffuso dai legali di Brancacccia e dei coniugi Firth, "le parti hanno deciso di raggiungere un accordo per chiudere la vicenda processuale. Si è chiesto, pertanto, un rinvio, per formalizzare l´accordo che preclude sin da ora a tutte le parti la possibilità di rendere ulteriori dichiarazioni pubbliche sulla vicenda."


Us Weekly / Twitter

In seguito all´accordo raggiunto tra il giornalista e la coppia, il gup Cinzia Parasporo che avrebbe dovuto decidere il rinvio a giudizio, ha rimandato l´udienza per il 3 ottobre. La Giuggioli, che aveva avuto una breve relazione con il giornalista, aveva sostenuto che quest´ultimo avesse cominciato a tempestarla di messaggi molesti e inviando al marito delle foto di lei senza veli. La moglie di Firth aveva definito le azioni di Brancaccia come "una spaventosa campagna di molestie per diversi mesi."

La produttrice cinematografica, 48 anni, e l´attore premio Oscar, 57 anni, si sono sposati nel 1997 e hanno due figli, Luca di 16 anni e Matteo di 15 anni. La relazione extra-matrimoniale della Giuggioli è avvenuta tra il 2015 e il 2016, quando la coppia stava attraversando un periodo di crisi che aveva portato i due coniugi a un passo dal divorzio.


La Stampa / Twitter







Gli Ultimi Video & Gallery