Lady Gaga sta male: costretta ad annullare i prossimi 10 concerti: "Sono devastata da forti dolori'Uno stalker stava progettando il rapimento di Lana Del Rey: arrestato


Uma Thurman: 'Mi sento in colpa per le altre ragazze che hanno subito abusi da Harvey Weinstein'

Data pubblicazione : 04/02/2018



Nel novembre dello scorso anno, quando le proporzioni dello scandalo che coinvolge Harvey Weinstein erano ormai evidenti, Uma Thurman aveva per la prima volta rotto il silenzio sull´argomento.

L´attrice, 47 anni, aveva pubblicato sul suo profilo Instagram un post molto duro nei confronti del produttore, a cui augurava di "soffrire lentamente."


Uma Thurman / Instagram

Adesso la Thurman va oltre il semplice post su un social network, confidando alla giornalista del New York Times Maureen Dowd i dettagli di due abusi che avrebbe subito circa 25 anni fa dall´ex produttore della Miramax.

Il primo episodio sarebbe avvenuto a metà degli anni ´90, in coincidenza con la première inglese del film di Quentin Tarantino ´Pulp Fiction´, in cui la Thurman ha uno dei ruoli principali.

Stando al racconto dell´attrice, il fatto avvenne all´Hotel Savoy di Londra: "Mi sbattè sul letto", ha spiegato la Thurman. "Cercò di spingersi dentro di me e di calarsi i pantaloni. Non mi violentò, ma era come se fossi stata un animale che cercava di liberarsi."


Uma Thurman / Instagram

Il secondo episodio sarebbe avvenuto appena qualche giorno dopo, sempre al Savoy e questa volta la Thurman si sarebbe fatta accompagnare da un´amica, Ilona Herman, che l´avrebbe attesa nella hall: "Quando Uma tornò era scarmigliata, sconvolta", ha raccontato la Herman, "con lo sguardo perso nel vuoto" e in seguito disse che Weinstein "l´aveva minacciata di deragliare la sua carriera."

La Thurman ha quindi spiegato che i suoi problemi con Weinstein ebbero delle ricadute anche nei rapporti tra lei e Quentin Tarantino, che sul set di ´Kill Bill´ divennero tesi.


Uma Thurman / Instagram

L´attrice ha raccontato che il regista, durante delle riprese in Messico, nonostante le sue obiezioni, la costrinse a girare una scena alla guida di un vecchio modello di auto su una strada sterrata, imponendole di tenere una velocità di almeno 60 chilometri all´ora perché altrimenti i capelli non si sarebbero mossi come lui desiderava e le avrebbe fatto ripetere la pericolosa sequenza.

Il risultato fu che la Thurman uscì di strada finendo contro un albero, procurandosi lesioni alle gambe e un trauma cranico. L´attrice ha fornito al New York Times un filmato dell´accaduto, che è riuscita a farsi dare da Tarantino.

La Thurman non muove però solamente accuse a Weinstein e di riflesso anche a Tarantino, ma esprime inoltre un senso di colpa nei confronti delle donne che sono state abusate dopo di lei: "Io sono una delle ragioni per cui una ragazza entrava nella stanza di Weinstein da sola, proprio come me", ha detto.




Gli Ultimi Video & Gallery