La 'svolta Hipster' dei potenti della terraLa principessa Sofia di Svezia è incinta, l'ex modella aspetta il primo figlio


Oscar Pistorius lascia il carcere: ai domiciliari dal 20 ottobre, ma lo aspetta un nuovo processo

Data pubblicazione : 16/10/2015




Oscar Pistorius ha ottenuto gli arresti domiciliari. L´ex atleta paralimpico 28enne accusato dell´omicidio della sua fidanzata Reeva Steenkamp, uccisa a 30 anni, lascerà il carcere il 20 ottobre prossimo. A deciderlo i giudici del ´Parole Review Board´ sudafricano.

La decisione del Board è vincolata al fatto che Pistorius continui a seguire la psicoterapia iniziata in carcere e che rispetti il divieto di non portare con sé armi da fuoco.

L´omicidio della Steenkamp avvenne nel febbraio 2013, la notte di San Valentino. La ragazza fu colpita da quattro colpi di arma da fuoco, nella villa di Pretoria in cui risiedeva insieme a Pistorius.

Il processo a carico di Pistorius si è concluso nel marzo 2014 con una condanna a 5 anni per omicidio colposo. All´ex atleta sudafricano è stata concessa la mancanza di premeditazione, che gli ha evitato una pena molto più pesante, che avrebbe potuto arrivare fino a 15 anni.

Nel corso del processo, la difesa di Pistorius aveva sostenuto che la morte della  Steenkamp fosse avvenuta per un tragico errore. La procura chiedeva invece l´incriminazione per omicidio volontario.

La giuria aveva creduto alla tesi della difesa: "L´imputato sparò intenzionalmente attraverso la porta del bagno, ma non aveva intenzione di uccidere la vittima e agì con negligenza" si leggeva nelle motivazioni della sentenza.

La vicenda giudiziaria di Pistorius non è comunque ancora conclusa. I famigliari della ragazza uccisa sono infatti ricorsi in appello e l´ex atleta dovrà ritornare in aula il prossimo 3 novembre, quando i legali della famiglia Steenkamp sosterranno nuovamente la tesi dell'omicidio volontario.




Gli Ultimi Video & Gallery