Subsonica, lettera aperta a Beppe Grillo: 'Qui la luce non ce la faremo spegnere da nessuno'E' Online 'She', sito realizzato da donne e dedicato alle donne affette da Hiv


Una fonte vicina a Macaulay Culkin: 'Se continua con questa vita potrebbe morire nel giro di pochi mesi'

Data pubblicazione : 02/08/2012




Era il 1990 e 'Mamma, ho perso l'aereo' rendeva popolare in tutto il mondo il bambino protagonista del film, Macaulay Culkin. Sono passati 22 anni e l'attore, oggi 32enne, naviga in cattive acque. Già lo scorso febbraio, una fotografia che lo ritraeva smunto e pallido aveva fatto pensare a problemi legati alla droga, ma il suo entourage aveva smentito tale ipotesi.

In questi giorni però un paio di tabloid statunitensi - il National Enquirer e RadarOnline - tornano a sostenere che Culkin sia tossicodipendente. L'attore assumerebbe regolarmente e in grande quantità eroina e farmaci. Secondo quanto riportano le testate il suo appartamento di New York sarebbe diventato un punto di riferimento per altri tossicodipendenti.

Stando a quanto riferisce una fonte anonima che ha avuto modo di frequentare recentemente l'attore, l'ex star "si sta uccidendo, perché è schiavo di eroina, oxycodone, Percocet e Vicodin da un anno e mezzo" la fonte avrebbe inoltre detto che "i suoi amici temono che vada in overdose o che gli esploda il cuore e pregano perciò che trovi il coraggio di disintossicarsi prima che sia troppo tardi. Se continua con questa vita potrebbe morire nel giro di sei mesi" E' la drammatica conclusione. La situazione di Culkin potrebbe essere peggiorata dopo la rottura con Mila Kunis, avvenuta circa un anno fa.

Michelle Bega, portavoce di Culkin ha però categoricamente smentito quanto riportato sui tabloid definendolo "non solo senza fondamento, ma anche totalmente falso ed incredibilmente ridicolo" e chiedendo "di rispettare la vita privata dell’attore e di non continuare a parlare di questa storia così distruttiva ed offensiva".




Fonte: Corriere.it

Gli Ultimi Video & Gallery