Laura Pausini aggiunge cinque nuove date in Italia al 'Fatti Sentire World Tour 2018'E' morto Fabrizio Frizzi, volto storico e gentile della Rai: 'Grazie per l'amore che ci hai donato'


Anche Paul McCartney in marcia negli USA contro le armi, vicino al luogo dove fu ucciso Lennon





Tra le migliaia di persone che ieri sono scese in piazza negli USA per protestare contro la vendita troppo facile di armi nel Paese, c´era anche Paul McCartney, che ha camminato in corteo a New York, poco distante da dove l´8 dicembre 1980 uno squilibrato armato di pistola uccise John Lennon.


Ansa / Twitter

"Uno dei miei migliori amici venne ucciso in modo violento da un´arma da fuoco poco distante da qui", ha ricordato l´ex Beatles riferendosi a Lennon. McCartney indossava una maglietta scura con la scritta "We Can End Gun Violence", possiamo mettere fine alla violenza delle armi: "Non so quanto sarà necessario per mettere fine alla violenza procurata dalle armi", ha ancora aggiunto l´artista, ma possiamo farlo e siamo qui per farlo."


The Hill / Twitter

Il musicista è stato uno dei tanti appartenenti al mondo dello spettacolo che ieri si è unito alle marce di protesta messe in atto in tutti gli Stati Uniti per protestare contro la vendita indiscriminata di armi, a cui hanno partecipato centinaia di migliaia di presone, in gran parte studenti, questi ultimi particolarmente colpiti dalle stragi che spesso si verificano nelle scuole.

L´ultima strage è avvenuta il mese scorso in Florida, quando alla "Marjory Stoneman Douglas High School" di Parkland, vicino a Miami, un ex studente di 19 anni armato di un fucile d´assalto, ha aperto il fuoco su alunni e professori, causando 17 morti e numerosi feriti.


Consequence of Sound / Twitter





Gli Ultimi Video & Gallery