Fratelli e sorelle celebri talmente simili che potrebbero essere gemelliIl premio Oscar Daniel Day-Lewis si ritira dalle scene: 'Grato a pubblico e collaboratori'


Il Coroner di Los Angeles: 'Nel sangue di Carrie Fisher, cocaina, metadone ed ecstasy'

Data pubblicazione : 20/06/2017



Sono stati svelati nel dettaglio gli ´altri fattori´ a cui aveva fatto cenno negli scorsi giorni il coroner di Los Angeles riferendosi alle cause della morte di Carrie Fisher.

Il magazine PEOPLE è entrato in possesso dei documenti relativi all´esame tossicologico eseguito sul corpo dell´attrice, e i risultati indicano che al momento della morte, nel sangue della Fisher c´era la presenza di eroina, cocaina, Ectasy e altre sostanze.


Carrie Fisher / Wikimedia Commons / Jenny Elwick

"La cocaina era stata assunta circa 72 ore prima del decesso" si legge, secondo quanto riporta PEOPLE, nei documenti. L´esame tossicologico indica inoltre una precedente assunzione di Ectasy e di antidepressivi.

L´ufficio del Los Angeles County coroner conclude che data la molteplice presenza di sostanze nel sangue della Fisher, è impossibile determinare esattamente quali di queste abbiano contribuito a causare il decesso dell´attrice, avvenuto il 27 dicembre dello scorso anno.


Carrie Fisher nel ruolo della Principessa Leila nel film ´Guerre Stellari´ (1977)

"La causa della morte rimane indeterminata" conclude il rapporto del coroner, il quale svela anche che secondo la testimonianza dell´assistente personale dell´attrice, la Fischer durante il volo sul quale è stata colta da malore, ha sofferto di "differenti episodi di apnea", ma che questo per lei era normale.

"Vicino alla fine del volo di 10 ore non era più cosciente"  si legge poi ancora nella relazione medica "Pochi minuti dopo l´atterraggio la Fisher ha vomitato profusamente e quindi si è accasciata."




Gli Ultimi Video & Gallery