Ecco 'I Love You', il nuovo video di Cesare CremoniniCharlotte Casiraghi incinta, la conferma dal settimanale francese 'Voici'


Premio Strega: il vincitore è 'Resistere non serve a niente' di Walter Siti

Data pubblicazione : 05/07/2013




E´ stato assegnato il premio ´Strega´, il più importante riconoscimento letterario italiano. A trionfare il romanzo ´Resistere non serve a niente´ di Walter Siti edito da Rizzoli che si è aggiudicato ben 165 voti. Siti era favorito e la vittoria è stata netta. Il risultato in libreria dell´opera è attualmente di 40mila copie e di certo adesso spiccherà definitivamente il volo.

Gli altri partecipanti al Premio Strega seguono a distanza: secondo si è piazzato Alessandro Perissinotto con ´Le colpe dei padri´ edito da Piemme (78 voti), terzo Paolo Di Paolo con ´Mandami tanta vita´ edito da Feltrinelli (77 voti), quindi Romana Petri con ´Figli dello stesso padre´ edito da Longanesi (63 voti) e Simona Sparaco con ´Nessuno sa di noi´ edito da Giunti (26 voti, ma 70.000 copie in libreria).

L´unico probabilmente che avrebbe potuto battagliare con Slti sarebbe stato Aldo Busi con il suo ´El especialista de Barcelona´, ma era già stato escluso in semifinale dopo aspre polemiche: "Ha vinto Walter Siti? Ben gli sta" è stato il commento di Busi.

Walter Siti, classe 1947 è nato a Modena, ma vive a Roma. E´ insegnate universitario in pensione. Tra i suoi romanzi precedenti ´La magnifica merce´ del 2004, ´Troppi paradisi´ del 2006 e ´Il contagio´ del 2008.

Ecco l´incipit del romanzo: ´Resistere non serve a niente´, dal sito Rizzoli: ´Molte inchieste ci hanno parlato della famosa “zona grigia” tra criminalità e finanza, fatta di banchieri accondiscendenti, broker senza scrupoli, politici corrotti, malavitosi di seconda generazione laureati in Scienze economiche e ricevuti negli ambienti più lussuosi e insospettabili. Ma è difficile dar loro un volto, immaginarli nella vita quotidiana. Walter Siti, col suo stile mimetico e complice, sfrutta le risorse della letteratura per offrirci un ritratto ravvicinato di Tommaso: ex ragazzo obeso, matematico mancato e giocoliere della finanza; tutt’altro che privo di buoni sentimenti, forte di un edipo irrisolto e di inconfessabili frequentazioni. Intorno a lui si muove un mondo dove il denaro comanda e deforma; dove il possesso è l’unico criterio di valore, il corpo è moneta e la violenza un vantaggio commerciale. Conosciamo un’olgettina intelligente e una scrittrice impegnata, un sereno delinquente di borgata e un mafioso internazionale che interpreta la propria leadership come una missione. Un mondo dove soldi sporchi e puliti si confondono in un groviglio´.




Gli Ultimi Video & Gallery