Vasco Rossi: 'Nel nuovo album 15 canzoni, 10 inedite 3 reloaded e 2 sorprendenti bonus tracks'Trovata morta Misty Upham, aveva recitato in 'Django Unchained' e 'Frozen River'


Tomás Milián al Festival di Roma: 'll vero attore ci mette l'anima, non fa l'intellettuale'

Data pubblicazione : 17/10/2014




Grande rimpatriata per Tomás Milián a Roma, dove l ´attore, classe 1933, mancava da anni. Lui, cubano di origini e che vive a Miami ormai da un ventennio considera la capitale italiana come una seconda patria, principalmente per la sua interpretazione negli anni ´70 del personaggio de ´Er Monnezza´ entrato nell´immaginario collettivo, e non solo in quello dei romani.

Oggi Milián ha tenuto una lezione di cinema e ieri sera ha ricevuto il premio Marc´Aurelio Acting Award. Ha inoltre presentato un libro autobiografico che non a caso si intitola ´Monnezza amore mio´, titolo che testimonia l´affetto dell´attore per il personaggio.

"Ho fatto l´attore per esprimere le cose che non mi piacciono nella società. Il vero attore è quello che ci mette l´anima, non che fa l´intellettuale" dice Milián, che nella sua carriera ha anche recitato per registi come Visconti e Antonioni.

"Il Monnezza è il personaggio che amo di più, quando sono andato via da Cuba volevo interpretare tanti personaggi, esprimere i miei problemi e onorare l´uomo comune" ha aggiunto "Con il western e i polizieschi ho cercato la popolarità e poi arrivò Er Monnezza che disegnai io dalla testa ai piedi".




Gli Ultimi Video & Gallery