In uscita oggi 'Delta Machine', nuovo album dei Depeche ModeE' online il video di 'It’s a Beautiful Day' di Michael Bublé


'Un giorno devi andare', Jasmine Trinca racconta la sua 'fuga' in Brasile

Data pubblicazione : 26/03/2013




Sta per uscire nelle sale, a partire dal 28 marzo, 'Un giorno devi Andare' di Giorgio Diritti ('Il vento fa il suo giro', 'L'uomo che verrà'). Protagonista del film è Jasmine Trinca, che interpreta Augusta, una trentenne che dopo aver perso il figlio decide di cambiare completamente vita.

Augusta parte per il Brasile in compagnia di una suora missionaria, ma il suo viaggio prosegue poi però da sola fino a che non si stabilisce in un villaggio di Manaus. Qui si integra con la piccola e poverissima comunità, ma non tutto è come sembra e la donna sceglierà l'eremitaggio.

La Trinca spiega come la lavorazione del film sia stata un'esperienza indimenticabile: "Siamo arrivati lì non con la presunzione del cinema, ma con occhi spalancati, completamente innocenti, come fanciulli. Rispettando i luoghi, e accogliendoli dentro di noi: pronti ad aprirci agli incontri con la gente".

"Un'esperienza incredibile, faticosissima sul piano fisico" racconta ancora l'attrice "Siamo stati in villaggi con gente che non ha mai visto un film, ma che si è subito entusiasmata, anche adattandosi ai tempi del cinema".

Per una particolare sequenza in cui il suo personaggio interagisce con un bambino indio, la Trinca spiega che le è servita la sua esperienza di madre: "Devo ringraziare mia figlia, che ora ha quattro anni. Il piccolo con cui ho recitato non parlava nemmeno il portoghese, e per entrare in contatto ho usato esattamente gli stessi giochi che faccio con la mia bambina. E' incredibile che le stesse cose funzionino a Roma come sul Rio Negro".

"La natura lì fa capire come noi tutti apparteniamo a una dimensione più profonda, e fa sentire pieni di energia. E' stata come una rieducazione; e sì, anche un riavvicinamento alla spiritualità" conclude l'attrice.




Fonte: Repubblica

Gli Ultimi Video & Gallery