Addio al regista Ermanno OlmiL'incredibile spettacolo della fioritura di milioni di tulipani


Johnny Depp "fuori controllo" sul set di 'LAbyrinth' aggredisce un tecnico





Johnny Depp ha perso il controllo sul set di ´LAbyrinth´, film poliziesco a cui sta lavorando in queste settimane, aggredendo un location manager e rischiando di venire alle mani con il tecnico. E´ quanto riporta il sito Page Six basandosi su differenti fonti a conoscenza dei fatti.


Page Six / Twitter

"I produttori continuavano a chiedere dei ciak in più", ha raccontato una fonte vicina alla produzione. "Un responsabile ha spiegato al regista del film, Brad Furman, che dovevano necessariamente concludere la scena". Quando il location manager ha informato Depp che doveva fare ancora un altro ciak, l´attore 54enne ha perso le  staffe.

"Il location manager ha detto a Depp: questo è l´ultimo ciak", ha continuato a raccontare l´insider, "ma Depp, che aveva fumato e bevuto tutto il giorno sul set ha perso il controllo e ha cominciato a urlare in faccia allo staffer: ´Chi sei? Non hai il diritto, ti darò 100mila dollari se mi dai un pugno", lo ha poi provocato la star de ´I Pirati dei Caraibi´, sempre stando a quanto riferito dall´anonimo. Il tecnico ha spiegato a Depp che stava solo facendo il suo lavoro, ma questo non è servito a calmare l´attore.


US Weekly / Twitter

Un´altra fonte ha detto che i problemi sul set sono in realtà iniziati prima dell'incidente, quando Depp ha assunto la direzione di una scena in cui ha scelto due suoi amici come comparse. "Gli amici di Johnny erano nella scena e hanno fatto più di quanto il loro ruolo stabiliva", ha detto l´insider. "Una strada del centro di Los Angeles era stata chiusa per le riprese, ma quando il permesso era già scaduto, Depp ha voluto continuare a mantenere le telecamere in movimento."

Il regista del film ha però dichiarato che il fatto del "presunto incidente" è stato rappresentato in modo esagerato dalla stampa: "Johnny è un consumato professionista", ha scritto Furman in una nota, "un grande collaboratore e un sostenitore di altri artisti. Tratta sempre i tecnici e le persone che lo circondano con il massimo rispetto. I film possono essere stressanti e spesso degli episodi insignificanti vengono gonfiati. Tutti noi amiamo le storie - ma qui non ce n´è nessuna."


Aceess / Twitter




Gli Ultimi Video & Gallery