Roman Polanski, dagli USA arriva il no all'archiviazione dell'accusa di violenza sessualeForte dei Marmi, Samuel L. Jackson e Magic Johnson scambiati per due profughi


Una designer francese chiede 565mila euro di fatture insolute a Brad Pitt e Angelina Jolie

Data pubblicazione : 19/08/2017



Gli ex Brad Pitt e Angelina Jolie sono in questi giorni sotto ai riflettori in modo particolare. Prima lo stop alle pratiche di divorzio, che sembrava precludere a una loro riconciliazione e adesso un fatto che riguarda ancora la coppia, ma che nulla ha però a che vedere con la loro relazione.

Si tratta bensì di fatture non pagate, perlomeno secondo quanto sostiene la designer d´interni francese Odile Soudant, che chiede agli ex Brangelina più di 500mila euro di insoluti.

La Soudant sostiene che la coppia di star abbia messo in grande difficoltà la sua azienda dopo il mancato pagamento delle fatture relative al lavoro di illuminazione della tenuta Château Miraval, nel sud della Francia, di proprietà appunto di Jolie e Pitt, dove producono il rosé che prende il nome dalla tenuta e dove si sposarono nel 2014.


Una veduta dello Château Miraval

Il mancato pagamento riguarderebbe anche il costo di materiale e di manovalanza utilizzata per realizzare il progetto, una cifra che andrebbe ben oltre a quella dell´onorario della designer, raggiungendo svariati milioni di dollari.

Nel merito ci sarebbe già un pronunciamento legale avvenuto lo scorso aprile, secondo quanto riferito dalla designer francese al quotidiano Liberation, ma la Soudant ha spiegato di aver mantenuto riservata la notizia fino oggi nella speranza di chiudere la vertenza con i Brangelina in modo amichevole.


Angelina Jolie / Brad Pitt / Wikimedia Commons/ Georges Biard

La designer ha poi riferito che nel momento dell´incarico le venne data carta bianca per il progetto di illuminazione degli interni e degli esterni della prestigiosa tenuta del 17/o secolo, ma senza un regolare contratto. In ogni caso la professionista ha inviato fatture con cadenza mensile.

La Soudant sostiene poi che in seguito alle problematiche sorte con le due star, il lavoro è stato continuato da un´altra persona senza che le venisse riconosciuta la ´paternità artistica´ di quanto fato fino a quel momento.

"I soldi chiesti per vie legali non sono nulla rispetto al danno che è stato causato alla mia reputazione" ha concluso la designer francese.




Gli Ultimi Video & Gallery