Come sono le star dei film horror nella realtàStefano Accorsi papà per la terza volta. 'E' nato Lorenzo, lui e Bianca stanno benissimo'


Gigi D'Alessio rinviato a giudizio: 'Evasione fiscale da 1.7 milioni di euro'

Data pubblicazione : 21/04/2017



Gigi D´Alessio dovrà subire un processo. Il cantante è stato rinviato a giudizio dalla Procura di Roma con l´accusa di aver evaso tasse per un ammontare di oltre un milione di euro.

Le indagini dei magistrati erano iniziate già nel 2015, con l´apertura di un fascicolo per "occultamento o distruzione di documenti contabili."

Secondo il pm romano, D´Alessio, 50 anni, non avrebbe pagato 997.581 euro di Ires e 770.613 euro di Iva e per farlo sarebbe stato aiutato da altre persone, attraverso  “un complesso meccanismo di scatole cinesi, ma anche di episodi grotteschi.”


Gigi D´Alessio / Facebook

Il pm, quando parla di episodi ´grotteschi´ secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, si riferisce presumibilmente a quello che sarebbe stato il furto simulato di un´auto, a bordo della quale, come riferito da una delle persone che avrebbe aiutato il cantate a evadere le tasse, sarebbero stati custoditi "libri contabili e fatture" della società di cui D´alessio era titolare, società che era poi stata venduta nel 2010 a un americano, definito dalla procura ´un uomo di fiducia´ dell´imputato.

"Da sempre il mio unico impegno è per la musica e, da oltre vent’anni, mi affianca uno staff di esperti professionisti che mi seguono in tutto e per tutto." ha dichiarato il cantante in una nota "Non vi è, infatti, alcuna sentenza, neanche di primo grado, che mi abbia ritenuto responsabile di fatti di evasione e non ho alcuna condanna al pagamento di qualsivoglia imposta, per il che nulla devo al fisco."


Gigi D´Alessio / Facebook

I guai giudiziari di D´Alessio però purtroppo non finiscono qui. Il cantante napoletano è infatti in attesa di giudizio per un altro procedimento che lo vede imputato per rapina. La sentenza è attesa a giugno.

Il reato di cui è imputato D´Alessio risale al 2007, quando, secondo l´accusa, il cantante e il suo collaboratore Antonio De Maria - anche questi rinviato a giudizio - aggredirono dei paparazzi strappando loro le macchine fotografiche. Il fatto avvenne all´Olgiata, di fronte alla villa romana di D´Alessio.

In quel frangente, i fotografi erano anche rimasti feriti, ma il cantante, accusato di lesioni, dopo una condanna in primo grado a nove mesi di carcere era poi stato assolto in appello, anche se i giudici avevano ritenuto di rimandare l´incartamento in procura per la riformulazione dell´ipotesi di reato in rapina.




Gli Ultimi Video & Gallery